Ente Nazionale Assistenza Lavoratori (ENAL)

ARCHIVIO DI STATO  DI PESCARA

FONDI DI ISTITUTI DI ASSISTENZA-BENEFICENZA-PREVIDENZA - ASSOCIAZIONI BENEFICHE

ENTE NAZIONALE ASSISTENZA LAVORATORI (ENAL) (1948 - 1979), bb. 149

Mezzi di corredo: elenco sommario - Inventario fotografico.

L’ Ente Nazionale Assistenza Lavoratori nasce con decreto legge del 22 settembre 1945, n. 604 che sanciva la trasformazione dell’Opera Nazionale Dopolavoro, O.D.N., voluta dal regime fascista e fondata con regio decreto legge del 1 maggio 1925, in E.N.A.L.
L’ente si proponeva di promuovere il sano e proficuo impiego delle ore libere dei lavoratori intellettuali e manuali, con istituzioni ed iniziative dirette a sviluppare le loro capacità morali, fisiche, intellettuali. In particolare l’E.N.A.L. si distinse nell’organizzare mense, spacci di generi alimentari, soggiorni per lavoratori e colonie per i loro figli, facilitazioni commerciali, sanitarie, termali, cinematografiche, assicurazioni extra lavoro, buoni acquisto. Vanno inoltre ricordate le iniziative culturali, come la promozione di feste folkloristiche, campionati sportivi, concorsi canori e musicali.
L’ente è stato soppresso con la legge 23 dicembre 1978, n. 833 che istituiva le Unità Sanitarie Locali, stabilendo che i beni dell’I.P.A.B. (Istituto Pubblica Assistenza e Beneficenza), a cui l’E.N.A.L. faceva capo, passassero alle USL.
I documenti versati riguardano gli atti amministrativi, l’organizzazione dei servizi e delle iniziative promosse dall’ente e la corrispondenza con altri circoli E.N.A.L.