Raccolta "De Felici" (1407-1804)

ARCHIVIO DI STATO  DI PESCARA

FONDI DI ARCHIVI DI FAMIGLIA E PERSONE

RACCOLTA "DE FELICI"(1407-1804), pergamene 354, fascc. 3

Mezzi di corredo. elenco sommario

Le pergamene illustrano sia momenti pubblici della storia cittadina di Pianella attraverso privilegi e bolle ecclesiastiche che momenti privati della famiglia de Felici attraverso i titoli, onorificenze e privilegi acquisiti dai membri della stessa.
Tra questi, nell’ottocento, si distinsero il barone Gesualdo, membro dl Consiglio del Distretto di Teramo e Capitano della Guardia Civica, Camillo sindaco di Pianella e fondatore del Credito Fondiario (1829) e Nicola anch’egli sindaco.
Nel 1816 Tommaso de Felici sposò la figlia di Concezio del Giudice, marchese di Casalincontrada, membro di una antica e nobile famiglia campana.
Si segnalano nella raccolta: il privilegio di Ladislao di Durazzo del 1407, la bolla del 1686 del Cardinale Carafa, la bolla del Vicario Apostolico aquilano del 1718, il privilegio del 1725 di Francesco Marino Maria Caracciolo (pergamena acquarellata)