Il Giglio delle dune

Il Giglio delle dune

 "... Ti mando un fiore, colto su la rena. E una specie di giglio selvaggio, bellissimo quando è vivo, e così profumato che spesso nel calice io trovo qualche insetto morto di voluttà e di ebbrezza. Tutta la spiaggia d'intorno è costellata di questi gigli appassionati che sbocciano in un attimo e durano poche ore, al sole torrido, su la sabbia ardente.
Anche morto, guarda com'è spirituale questo fiore! Com'è fino e diafano e feminino!
Addio. Ti bacio tutto il corpo dolente, con una tenerezza infinita."

Gabriel 

(Lettera di Gabriele d'Annunzio a Barbara Leoni)

 

Aurum - Sala Michelucci - 6 Giugno 2017 ore 10.00

INVITO

PROGRAMMA

IL GIGLIO E D'ANNUNZIO

RASSEGNA STAMPA